Angioma

L’angioma, definito “neoplasia benigna di origine mesodermica”, è caratterizzato da chiazze rosse, a superficie piana o rilevata, o da tumefazioni sottocutanee. Tale malformazione del “tessuto mesenchimale angioblastico” può essere presente sin dalla nascita (angioma congenito) o manifestarsi più tardivamente (angioma acquisito), con modalità evolutive diverse.

Gli angiomi hanno un corso benigno, ma la maggior parte di essi possono avere complicanze anche gravi e trasformarsi in lesioni sfiguranti. Una loro rapida crescita con ischemia, necrosi ed ulcerazione può causare dolore e rischio di emorragia, infezione e cicatrici. L’angioma può inoltre coinvolgere anche le strutture vitali, come l’orecchio, l’occhio ed altro ancora, con un alto impatto fisico e psicologico sul soggetto.

La maggior parte dei pazienti che si sottopone alla tecnologia luminosa per il trattamento delle lesioni vascolari benigne lo fa più per il senso di disagio e frustrazione che la presenza dell’angioma comporta sul piano estetico, piuttosto che per le possibili conseguenze cliniche. Le lesioni che danno più fastidio sono quelle presenti su viso, collo, spalle, braccia e gambe: in poche parole, quelle localizzate su aree del corpo esposte alla vista.

 

Tipi di angiomi:

Angioma piano

E’ una dilatazione del plesso vascolare cutaneo, con la parte più importante localizzata molto superficialmente. Si presenta come una chiazza di colore rosso-vinoso (per tale motivo viene definito anche “macchia di vino porto”), appiattita. Con il passare del tempo, tale angioma può diventare più spesso, con superficie irregolare e rugosa e talvolta con nodosità.

Angioma rubino (o punti rubino)

Puntiforme o lenticolare, talvolta leggermente rilevato. Si trovano, più o meno numerosi, prevalentemente su tronco ed arti di soggetti anziani.

Angioma tuberoso

Appena rilevato sul piano della cute oppure notevolmente prominente. La superficie è liscia o moriforme, la colorazione è rosso cupo o bluastra.normalmente è congenito (con possibile regressione) e può interessare sia la cute che le mucose.

Angioma cavernoso (o sottocutaneo)

Di natura congenita, la chiazza è più rilevata e non regredisce spontaneamente. Si presenta come una tumefazione coperta da cute normale o di colorazione bluastra talora con teleangectasie.

Angioma serpiginoso di hutchinson

Inizialmente appare, prevalentemente su soggetti giovani, come un angioma di piccole dimensioni e leggermente rilevato. Con il tempo, si allarga perifericamente con una lieve atrofia nella parte centrale. Le formazioni si presentano così anulari, reticolari e serpiginose.

Approfondimenti